Vela a Gallipoli

Nel risveglio che anima Gallipoli verso la metà degli anni ’60, quando, ricucite le ferite di un dopoguerra drammatico e disastroso, la località comincia a gettare le basi del suo futuro di rinomata località turistica la cui fama supera di molto lo stretto ambito provinciale e regionale, anche le attività sportive legate al mare hanno un impennata di interesse e di sviluppo.

Vocazione marinara a Gallipoli
Vocazione marinara a Gallipoli

Sulla Spiaggia della Purità, l’incantevole tratto sabbioso che si apre proprio a ridosso delle mura del centro storico fanno timidamente capolino le prime imbarcazioni a vela, dapprima costruite “in casa” e poi via via con i primi modelli standard.

Nelle giornate di sole della primavera gallipolina, e in estate la spiaggia si riempie di vele che prendono il largo per approfittare dei venti che battono la costa, nascono le prime associazioni di velisti ed il Circolo della Vela che fanno breccia nel cuore di Gallipoli. L’antica vocazione marinara della città risorge anche attraverso la passione per la vela.

Oggi la realtà dei velisti a Gallipoli è consolidata, e la cittadina ospita sempre più spesso attività legate allo sport velistico, importanti regate nazionali ed internazionali per tutte le categorie, dai veloci catamarani alle piccole vele monoposto. Per gli appassionati sono previsti corsi che durano tutto l’anno oppure, per chi si reca in vacanza a Gallipoli dei corsi più brevi, che comprendono delle uscite in barca per imparare i rudimenti dell’arte della vela e iniziare a prendere confidenza con sartie e corde, vele e timoni, venti e onde.

Non manca la possibilità, per chi è già leggermente in avanti con la conoscenza della navigazione a vela la possibilità, durante il periodo estivo di noleggiare una deriva, per poter da soli partire e veleggiare lungo i bei litorali della costa di Gallipoli.

Quelli che amano poi fare le cose in grande possono rivolgersi alle tante agenzie di charter e noleggiare una imbarcazione più grande con equipaggi di alta esperienza per una escursione di più giorni lungo la costa salentina. La spesa, se si decide di imbarcarsi su un charter è sostanziosa, ma se riuscite ad organizzarvi in sette o otto persone allora è decisamente abbordabile, e vi regalerete una settimana di sogno, tra calette splendide che si raggiungono solo via mare, insenature incantevoli e, per chi ama immergersi, pittoreschi fondali marini.

Rivabella Gallipoli

Se il litorale costiero della Puglia è un spettacolo per tutta la sua lunga estensione, sia che si guardi alla bella costa del Promontorio del Gargano oppure, scendendo a sud, il golfo di Manfredonia, e, dopo aver toccato la costa barese e brindisina, e raggiungendo il cuore della costa salentina Otranto e Santa Maria di Leuca, quello che si presenta ai turisti e visitatori sul versante ionico, da Pescoluse alle spiagge intorno a Gallipoli è addirittura da sogno.

Lungomare a Gallipoli
Lungomare a Gallipoli

L’ampio tratto di mare che si apre a partire da Torre Pizzo fino alla linea di scogliere di Santa Caterina e Porto Selvaggio è così rinomato che sono migliaia ogni anno i turisti che vi si recano in vacanza per trascorrere giornate meravigliose ed indimenticabili.

Tra le località dove si affollano i bagnanti, oltre alla magica Baia Verde con le sue acque del colore dello smeraldo, e Lido San Giovanni, o la piccola ma suggestiva Spiaggia della Purità proprio a ridosso del centro storico di Gallipoli, sul versante a nord della città, prima dell’altrettanto famoso Lido delle Conchiglie troviamo Rivabella, una lunga spiaggia, circa un chilometro e mezzo di distesa di sabbia, bianca e finissima, dolcemente circondata da macchia mediterranea ed una fitta pineta.

Rivabella fino agli anni ’70 era un piccolo borgo che in seguito ha conosciuto un enorme sviluppo turistico proprio grazie alle belle e comode spiagge che caratterizzano la sua linea costiera.

Sulle ampie distese di sabbia sono sorti diversi stabilimenti balneari che offrono ai bagnanti tutte le comodità che si possono desiderare, dal noleggio di sdraio ed ombrelloni alle attrezzature per dedicarsi agli sport acquatici, ai campetti di beach volley per divertirsi con gli amici.

Qui sorgono alcuni dei pub e delle discoteche che la notte diventano il ritrovo di molta parte della gioventù gallipolina, e che durante il tardo pomeriggio e la sera offrono ai bagnanti non ancora sazi un bel servizio di aperitivi da gustarsi ammirando il tramonto sul mare. Chi non ama le folle e il frastuono dei locali può comunque trovare, allontanandosi leggermente dalle zone maggiormente affollate dei tratti di spiaggia silenziosi ed immacolati, dove domina il silenzio rotto solo dal dolce rumore delle onde.

Gallipoli Lecce

Gallipoli la bella cittadina completamente circondata dalle acque è indiscutibilmente una delle perle del Salento, la regione che si estende all’estremo sud della Puglia, le cui bellezze un tempo erano sconosciute ed ignorate ed oggi rappresentano una delle mete turistiche più apprezzate da italiani e stranieri.

Fontana Greco Romana
Fontana Greco Romana

Essendosi alleata con Taranto nella sua strenua lotta contro Roma capitolerà ai romani come la sua forte alleata e diventata provincia romana conoscerà un certa fortuna come porto privilegiato per l’esportazione di olio e vino. Con la caduta dell’impero romano Gallipoli sarà più volte saccheggiata ed infine praticamente distrutta dai Vandali, una delle popolazioni barbare che, caduta Roma, invaderanno l’Italia. Diventata parte dell’impero bizantino ritornerà piano piano al suo antico splendore che non cesserà neanche quando la città cadrà sotto il dominio di Venezia.

Come il capoluogo della provincia di cui fa parte, Lecce, anche Gallipoli conoscerà una particolare fioritura artistica e culturale, soprattutto a partire dal seicento, ed a testimonianza di questa fioritura restano oggi le numerose chiese di epoca barocca, in cui l’influenza del barocco leccese è evidente nelle facciate e nei portali riccamente decorati, e nelle belle tele conservate all’interno di esse, in particolare nella Cattedrale dedicata a Sant’Agata.

Della sua potenza marinara e dell’importanza del porto fa fede invece l’imponente Castello Angioino, opera di ardita ingegneria ed uno dei pochi castelli rimasti che si gettano con i bastioni rotondi direttamente nel mare a ridosso del porto.

Una vacanza a Gallipoli è l’ideale per chi vuole scoprire le meraviglie di questo importante centro del Salento e vivere delle giornate indimenticabili sulle belle e numerose spiagge che caratterizzano il litorale tra le quali alcune particolarmente strepitose per bellezza, come per esempio Baia Verde con le sue acque color smeraldo, Lido delle Conchiglie ed il chilometro e mezzo di spiagge di Rivabella. Da Gallipoli si possono comodamente raggiungere in giornata altre località salentine di particolare bellezza ed interesse storico e naturalistico. Non perdetevi un escursione fino a Lecce per esempio, sono solo 40 chilometri, e potrete ammirare il bel centro storico del capoluogo salentino, con la sue belle chiese che sono l’esempio più alto del cosiddetto “barocco pugliese”. Per farvene appena un idea provate a cercare su internet qualche foto di Lecce, della famosa Piazza del Duomo per esempio, scenograficamente una delle più belle piazze d’Italia, con chiese e palazzi a formare un incredibile scenario di eleganza ed armonia.

Gallipoli Italia

Tra le stupende località che fanno famosa l’Italia presso i turisti di tutto il mondo, oltre allo splendore delle città d’arte, Firenze, Venezia, Roma, Napoli, Palermo, non mancano sia i bellissimi panorami di montagna sulle Alpi che si alzano al nord, Dal Piemonte al Trentino al Friuli Venezia Giulia che le interminabili coste che circondano tutta la penisola, dalla Liguria alla Toscana, dal litorale romagnolo alla Puglia alla Calabria, per non parlare dello splendore delle coste siciliane e delle spiagge della Sardegna.

Lungomare a Gallipoli
Lungomare a Gallipoli

E tra le località che si sono conquistate negli ultimi anni un posto di riguardo nel cuore dei visitatori non manca il Salento, la dolce terra che si estende nella parte sud della Puglia, tra le pendici dell’altopiano delle Murge fino alle basse colline delle Serre Salentine ed alle alte scogliere di Santa Maria di Leuca.

Una terra fino a pochi decenni fa sconosciuta ai più, dove agricoltura ed allevamento erano le principali risorse economiche, ma che ha saputo proporre con grazia e costanza anche la sua vocazione turistica. Tale sforzo è stato riconosciuto e premiato soprattutto a partire dagli anni ’70 quando le prime agenzie turistiche e le prime strutture alberghiere hanno cominciato a svilupparsi nella zona.

Gallipoli è stata al centro di questo rinnovato interesse ed oggi è tra le cittadine del Salento una di quelle che conta il maggior numero di visitatori, attratti sia dalle bellezze del suggestivo centro storico, sia dalla bellezza della costa. Il centro cittadino, arroccato su un isolotto e cinto da imponenti mura di fortificazione, possiede una serie di monumenti di alto valore artistico, soprattutto le chiese, stupefacenti esempi di architettura barocca, tra queste la Cattedrale di Sant’Agata e la Chiesa di San Francesco da Paola, la Chiesa di Santa Maria della Purità, dai pavimenti in maiolica, e la Chiesa di Santa Maria degli Angeli con il suo frontale decorato di maioliche dipinte. Da non perdere anche l’imponente Castello Angioino che svetta a difesa del borgo antico.

Che la costa sia bellissima lo testimoniano le migliaia di turisti che vi si recano ogni anno, e che si riversano sullo splendido lungomare, da Lido Conchiglie a Rivabella, dalla Spiaggia della Purità a Lido San Giovanni alla famosa e magica Baia Verde.

Il porto di Gallipoli

Tra le località costiere che si affacciano sul Mar Ionio in Puglia e che fervono di attività portuale se escludiamo il grande centro industriale e mercantile di Taranto troviamo Gallipoli nel Salento.

Il castello ed il porto a Gallipoli

Sin dall’antichità Gallipoli era il punto di partenza e di arrivo di un cospicuo numero di imbarcazioni da carico, e sulle attività commerciali e di comunicazione Gallipoli ha basato tanto della sua attività economica e del suo sviluppo civile.

Dall’epoca della dominazione di Roma, una volta conquistata Gallipoli e Taranto che le avevano opposto un’orgogliosa e tenace resistenza, Gallipoli sarà la base commerciale per l’esportazione verso il nord dei maggiori prodotti dell’economia pugliese, vino ed olio su tutti. L’attività del porto decadrà con la distruzione della della città durante l’epoca delle invasioni barbariche, e tornerà a conoscere un nuovo fondamentale sviluppo con l’arrivo dei bizantini prima, dei veneziani e degli aragonesi poi che attueranno profondi miglioramenti strutturali facendo diventare il porto di Gallipoli uno dei più importanti della costa.

A Gallipoli ci sono essenzialmente due porti, il Porto Mercantile, dall’ampio sviluppo che si distende accanto alle mura della città vecchia ed il Porto Antico, sito nel tratto di mare compreso tra il bastione del Rivellino sull’isola dove si trova il borgo vecchio e la terraferma, all’altezza della Fontana Greco Romana.

Il Porto Antico è anche chiamato Porto Peschereccio, ed è qui che ferve l’attività instancabile ed antica dei pescatori particolarmente vivace in questo tratto di costa. Ogni mattina sui moli del porto vecchio si riversano i preziosi prodotti pescati in mare, il pesce azzurro, le aragoste, i polipi, ed i pesci dalle carni prelibate che trionfano nelle tavole dei buongustai, orate, spigole, branzini, pesce spada.

A poca distanza dal Porto Antico si trova l’importante mercato del pesce di Gallipoli, che ogni mattina molto presto inizia la sua attività ed in cui è piacevole recarsi per vedere un tratto molto interessante della vita di Gallipoli, i pescatori che mettono all’asta i pezzi migliori, e che aprono davanti a voi ricci e conchiglie per farvene apprezzare la bontà e la freschezza.

Negli ultimi decenni il porto sta sviluppando anche ottima capacità ricettive per quanto riguarda le imbarcazioni da diporto e turistiche.

Mare di Gallipoli

La descrizione della bellezza del mare di puglia che si affaccia sulla costa all’altezza della splendida cittadina di Gallipoli non è in grado di esprimere il fascino e le emozioni di quanto potrete vedere di persona quando vi recherete in questa splendida cittadina durante le vostre vacanze in Salento.

Spiaggia, macchia mediterranea e mare a Gallipoli

Il mare che si estende nel golfo che da Torre Pizzo raggiunge Gallipoli si affaccia limpido e cristallino sulla costa sabbiosa che si estende ininterrotta tra le due località. Appena passata Gallipoli e la sua punta che si spinge nel mare si presenta una altro litorale caratterizzato da belle e lunghe spiagge di sabbia dorata, fino a Santa Maria al Bagno, dove alla sabbia si sostituiscono basse scogliere tra le quali si aprono bellissime insenature da sogno. Spingendosi ancora più verso nord, a Porto Selvaggio anche qui la baia è prevalentemente rocciosa, ed è tale la sua bellezza che in tantissimi vi si recano nonostante la lunga camminata tra i boschi e la pineta necessarie per raggiungere questo angolo di paradiso.

Famoso per la sua limpidezza il mare di Gallipoli è uno splendore. Appena a ridosso della città vecchia, percorrendo in discesa un vicolo che costeggia le mura troverete una delle spiagge più frequentate dai gallipolini, il Seno della Purità. Non è una spiaggia tanto grande ma è assolutamente affascinante per i bellissimi scorci che offre della città vecchia e del mare circostante.

Fuori dalla città verso nord troviamo Rivabella, la cui costa sabbiosa e circondata a tratti da una folta pineta si estende per più di un chilometro tra spiaggia libera e tratti in cui vi sono alcuni stabilimenti balneari dotati di tutte le comodità. Poco oltre Lido Conchiglie, dove nelle aree di costa sabbiose si sono insediati diversi stabilimenti balneari, mentre le parti di costa rocciosa sono liberi. Questo tratto di mare è particolarmente amato dai sub, e sono diversi i diving centre della zona che vi possono portare in barca al largo di Gallipoli per ammirare gli splendidi fondali sottomarini, soprattutto dirigendosi a nord verso Santa Caterina.

Verso sud di Gallipoli le spiagge più famose per bellezza ed estensione, a partire da Baia Verde, che deve il suo nome alla particolare colorazione che i raggi del sole danno alle acque di questa baia, un intenso verde smeraldo.